© 2015 by La Mandronia Bed&Breakfast di Nicola Paggin - Via degli Orti 77 - Alghero (Italy) - lamandronia@gmail.com

I nuraghi e altri siti archeologici

Alghero e l'area della Nurra che la circonda sono ricche di siti archeologici unici che è possibile visitare per scoprire i misteri della popolazione che visse isolata in Sardegna prima dell'arrivo dei Fenici, vale a dire tra il 1900 e il 700 A.C. , tra l'Età del Bronzo e l'Età del Ferro.

A pochi chilometri dal centro di Alghero si trova il nuraghe (un tipo di costruzione megalitica) di Palmavera e i resti del villaggio che lo circondava. 

Sulla strada per Sassari si può visitare ila necropoli di Anghelu Ruju, tha più grande della Sardegna, datata prima dell'età nuragica, tra il 2800 e il 1600 A.C. nell'Età del Rame.

Ancora più misterioso e affascinante è lo ziqqurat (piramide a gradoni) di Monte d'Accoddi, vicino a Porto Torres, che è stata datata tra il 4000 e il 3500 A.C. , ben prima delle piramidi egizie, ed era probabilmente un tempio costruito dai primi abitanti dell'isola.

Tuttavia l'area più incredibile è quella di Monte Baranta, vicino a Olmedo, dove ci sono i resti di un tempio e di un villaggio neolitico di oltre 2.500 anni A.C. . Purtroppo, per la mancanza di fondi, non è facile da visitare per l'orario di apertura limitato.